Il sindaco ha paura della verità

Mamma mia! Che paura fanno le verità della Lega!
Quando si fatica ad argomentare, quando si è palesemente in affanno, non rimane altra soluzione che buttarla in caciara. La schiera di supporter è notevole, serve solo organizzare al meglio la controffensiva.
Basta fare un giro di telefonate per scatenare l’attacco a suon di comunicati.
Ma andiamo per ordine:
Mettiamo in forte difficoltà l’amministrazione sul tema delle strutture sportive, delle reali esigenze di chi vuol fare sport a Legnano, delle opportunità perse, citando le occasioni colte al volo da altre città.
E poi cosa succede? A questo punto non resta che il tentativo di screditare l’avversario politico, il Sindaco alza la voce in Consiglio per poi scusarsi pubblicamente, le nostre consigliere vengono censurate, si impedisce il più elementare contraddittorio, si mette il bavaglio a chi non si allinea al pensiero unico.
E via così, tutti pronti a pubblicare autorevoli editoriali in supporto all’amministrazione, arriva anche RiLegnano che pensavamo estinta, poi è la volta del giornalino dei parrocchiani, che se la suona e se la canta sbrodolando salamelecchi in ossequio a sindaco e giunta e, udite udite, si sbilancia in una fantasiosa analisi sulle dinamiche elettorali interne al centrodestra.
In Consiglio Comunale siamo gli unici, insieme ai colleghi della Lista Toia, a fare vera opposizione manifestando puntualmente una visione di città antitetica al volere del centro-sinistra. Ricordiamo che oggi l’opposizione in Consiglio comunale è rappresentata da FdI dove il Meloni-pensiero è diffuso da due fuoriusciti dalla Lega ed un ex-Forza Italia, da un battitore libero che, per i suoi trascorsi, risulta molto più vicino alla sinistra e un consigliere di Forza Italia le cui ambizioni personali sono state abilmente soddisfatte dalla maggioranza che gli ha donato la poltroncina giusta.
Cari signori, la Lega è a volte ruvida ma sempre concreta, badiamo unicamente all’interesse di Legnano, siamo ogni giorno sul territorio ad ascoltare lamentele e proposte, è questo l’unico modo in cui sappiamo fare politica.
Siamo preoccupati perché non rileviamo la concretezza necessaria per ripartire, sentiamo solo parole e promesse mai supportate da elementi oggettivi. La nostra opinione è che non siano state sfruttate le possibilità offerte dal PNRR. Ma per farlo ci volevano ambizione, coraggio e soprattutto competenza.
Questa volta il re l’è propri biòt! Ci teniamo i nostri modi sfacciati e scabri, sicuramente attenuati dalla diplomazia che contraddistingue l’operato delle nostre tenaci consigliere Carolina e Daniela, mentre l’aria fritta la lasciamo volentieri a voi che ne siete campioni.
Continueremo ad insistere e a monitorare da vicino tutto quello che verrà deciso in merito al mondo sportivo legnanese. Riteniamo sia un ambito di notevole rilevanza per tutti e non rinunceremo a far sentire la nostra voce in ogni sede ed in ogni occasione.

Lega Legnano – Salvini Premier

180 Letture
Seguici e condividi su:
error: Il contenuto è protetto !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi