Le sorprese di Pasqua

Non bastassero i temi della sicurezza e della gestione del territorio ad evidenziare le lacune dell’amministrazione Radice arriva come un tornado anche il problema delle strutture sportive.
Il lungo periodo di reclusione forzata ha tenuto nascosta sotto il tappeto una criticità che oggi, con il ritorno alla normalità, mette in serio dubbio la capacità di sindaco e assessore nel trovare soluzioni che non siano puro slogan.
La propaganda ci propone un roboante piano da 10 milioni di euro di fondi PNRR per scuole e impianti sportivi. Entrando nel merito scopriamo che tutti questi quattrini vengono destinati per opere di riqualificazione e ammodernamento di impianti esistenti.
Evidentemente i nostri amministratori non hanno ascoltato il grido di allarme che giunge puntuale da tutte le associazioni sportive. La richiesta è quella di avere a disposizione nuovi spazi, più palestre e campi sportivi. I fondi del PNRR, secondo la nostra visione, andavano destinati alla realizzazione di qualche nuova palestra da dedicare esclusivamente alle associazioni in modo da alleggerire la condivisione di strutture che, fino al pomeriggio, sono destinate alle attività scolastiche. In questo modo si potrebbe evitare di avere dei giovani che pur di allenarsi sono costretti ad entrare in palestra a tarda sera.
Nonostante le continue richieste non è pervenuta alcuna notizia in merito al destino della piscina comunale. La struttura è in costante declino e rischia la chiusura. Oltre alle rassicurazioni di facciata è necessario informare i cittadini in merito alle intenzioni dell’amministrazione. Sorrisi e belle parole non bastano più.
Tornando agli interventi previsti nel piano triennale ci domandiamo cosa succederà quando verranno realizzati i lavori. Aperto un cantiere la struttura coinvolta rimarrà inagibile, per quanto tempo? Riuscirà il comune a pianificare le attività nei periodi di minore utilizzo delle strutture? I ragazzi dove andranno ad allenarsi?
Ribadiamo che noi avremmo sfruttato l’occasione per lasciare un segno tangibile, realizzando nuove strutture e cercando magari anche la possibilità di regalare alla città il tanto agognato palazzetto dello sport. Le attività di manutenzione straordinaria si devono fare coprendone il finanziamento di anno in anno all’interno dei bilanci comunali. Per l’ennesima volta ci troviamo di fronte ad una amministrazione inconsistente che delude anche quando ha la fortuna di ottenere in dono un tesoretto da spendere.
Crediamo ci siano abbastanza elementi per augurare una serena Pasqua a tutti i legnanesi nella speranza che in futuro i nostri amministratori riescano ad azzeccarne almeno una.
Lega Legnano – Salvini Premier

221 Letture
Seguici e condividi su:
error: Il contenuto è protetto !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi