Archivio dei comunicati ufficiale della sezione di Legnano del gruppo Lega – Salvini Premier e pubblicati sul nostro sito ufficiale. Per rimanere aggiornati in tempo reale, vi consigliamo di iscrivervi alla nostra newsletter o accedere al nostro canale Telegram

    • comunicato ufficiale

      Anche quest’anno, come consuetudine,in vista dello svolgimento del Palio, i Consiglieri Comunali sono stati omaggiati di un biglietto per poter assistere alla manifestazione sportiva. Preso atto che il numero dei biglietti a disposizione per partecipare all’evento è stato ridotto in modo esponenziale per garantire tutte le misure di sicurezza che l’emergenza sanitaria impone, noi Consiglieri della Lega riteniamo opportuno non usufruire dei ticket non volendo far parte della cerchia dei pochi “privilegiati” che tra meno di dieci giorni siederanno tra gli spalti del Mari. Abbiamo deciso, pertanto di cedere i nostri biglietti ai nostri concittadini,sempre più convinti che proprio in questo momento di grande difficoltà per tutti, noi rappresentanti delle istituzioni abbiamo il dovere di camminare al loro fianco , fedeli al principio cardine del nostro movimento politico che ci vuole sempre fra la gente e per la gente. Auspichiamo che anche altri possano seguire il nostro esempio per dare un segnale di vicinanza a tutti i legnanesi. I Consiglieri Daniela Laffusa Carolina Toia Stefano Carvelli

    • comunicato ufficiale

      Ormai ci siamo, mancano solo pochi giorni al Palio. Riteniamo doveroso dire la nostra, in merito ad un evento che per storia e tradizione rappresenta il punto più alto tra le manifestazioni che si svolgono in città. Il Palio è ben più di una manifestazione complessa ed onerosa da organizzare, che vede come epilogo la sfida tra purosangue in rappresentanza delle otto contrade. Il Palio è coinvolgimento, partecipazione, passione e sofferenza. Il Palio rappresenta la consacrazione di un anno di lavoro svolto dietro le quinte da centinaia di contradaioli. Rappresenta la soddisfazione di veder sfilare il costume su cui hai lavorato per decine di serate. La città si ritrova per strada, divisa nei colori ma unita nella festa. La scelta di Radice e soci, ci ha lasciato perplessi, è stata venduta come uno sforzo necessario per far ritornare la città alla normalità. Ma le domande sono veramente molte. Come si può sminuire la nostra storia fino a questo punto? Il Palio di quest’anno è celebrato fuori periodo… a settembre si fa la festa dell’uva non il Palio. Molti legnanesi nel vedere spuntare le bandiere si sono domandati come mai. Non c’è l’atmosfera che deve caratterizzare questo momento, pochi cori che risuonano a tarda sera, pochi foulard sfoggiati con orgoglio, nei manieri si contano i posti da riservare a pochi contradaioli. La festa è mortificata dai regolamenti e dalle prescrizioni, giustamente rigidissime. La nostra deve essere una celebrazione popolare che coinvolge l’intera città. Invece (non) assisteremo a nessun momento di festa, non ci sarà alcun abbraccio, non si potrà saltare gioiosi, non sarà consentito scortare il crocione, avremo solo un atto formale che consentirà a otto cavalli di sfidarsi nell’interesse di pochi. Questo per noi non rappresenta il Palio di Legnano. Conclamata l’assoluta assenza di fermento e gioia tra i legnanesi, rilevata l’inesistenza di un interesse pubblico di tipo sociale o turistico, risulta doveroso contare i danni. I costi sono sensibilmente superiori a quelli degli altri anni, gli sponsor risultano non pervenuti, l’aggravio in termini di attività da gestire per gli uffici comunali risulta enorme a causa della scelta di gestire direttamente tutti i lavori necessari che ovviamente la pubblica amministrazione può appaltare solo attraverso apposita gara. Alla fine, sentendo i tantissimi scontenti, ci viene da dire che la scelta delle altre città di palio è stata la più seria e concreta. Caro sindaco anche questo giro non l’hai azzeccata, e non vogliamo addentrarci nello spinoso caso Pusceddu, dove, come se ce ne fosse bisogno, hai dimostrato per l’ennesima volta supponenza e poco rispetto per i regolamenti, prendendo una decisione che non ti spettava. Purtroppo il Palio non è l’unica nostra preoccupazione, siamo in forte apprensione per la ripresa della scuola, gradiremmo sentire dal sindaco parole rassicuranti. Le famiglie legnanesi si augurano di non ritrovarsi allo stesso punto di dodici mesi or sono. Speriamo che l’amministrazione abbia messo in atto tutti gli interventi di competenza (anche a fronte dei 15 milioni di euro che Regione Lombardia ha messo a disposizione del nostro comune), per rendere fruibili gli spazi, con tutte le dotazioni necessarie, garantendo lezioni in presenza e sicurezza per bambini e personale scolastico. Non vorremmo ritrovarci tra pochi giorni di fronte al pietoso teatrino dello scarica barile con l’assessore di turno che snocciola le inadempienze altrui. Sindaco e assessori in questo primo anno si sono dimostrati bravissimo nell’apparire, nell’imbonire la città con un elenco infinito di buoni propositi. Adesso è arrivato il momento di concretezza e risultati, basta annunci roboanti, siamo stanchi di aria fritta, la città è evidentemente trascurata e la responsabilità è solo vostra. Lega Legnano Salvini Premier

    • comunicato ufficiale

      È finalmente arrivato agosto, mese di vacanza per molti ma non per gli uffici comunali che restano aperti garantendo risposte e servizi ai legnanesi. Il mio personale apprezzamento, condiviso con tutta la struttura della Lega cittadina, va a loro, ai dipendenti comunali che svolgono con puntualità e professionalità un incarico così rilevante. Il carico di lavoro è tanto, i consigli comunali lunghi, serrati e spesso intensi. Molte sono le richieste del gruppo consiliare leghista, e molte saranno in futuro, perché un’opposizione costruttiva come la nostra necessita di essere ben informata. Ci rivedremo a settembre, per nuove mozioni e interrogazioni, per proseguire nell’intento di migliorare la sicurezza e la vivibilità di Legnano. Nel frattempo la Lega prosegue l’attività politica con i gazebo per la raccolta delle firme utili per il referendum sulla giustizia. Voglio concludere con un sincero grazie rivolto a tutto il personale delle strutture amministrative del comune di Legnano per l’impegno profuso, che consente di superare regolamenti spesso complessi e una burocrazia che ancora oggi complica la vita degli uffici e dei cittadini. Mirko Gramegna – Segretario città di Legnano, Lega Salvini Premier

    • comunicato ufficiale

      Un altro giro ed un altro scivolone! Caro Sindaco, hai perso l’ennesima occasione per fare qualcosa di utile per la nostra collettività. Ti abbiamo alzato la palla in Consiglio Comunale e tu, visto che la proposta veniva dalla Lega, ha pensato bene di bocciarla, schierando le tue truppe compatte. Ma questo non è un gioco, non siamo noi contro di voi. Si parla degli interessi della città, che spesso si concretizzano in piccoli gesti, le famose piccole cose, servite per giustificare un assessorato, ma che nei fatti vi vedono assenti ingiustificati. Avevamo proposto di organizzare una gita al mare, per dare ristoro e speranza a chi, per mille motivi, è costretto in quel di Legnano per tutta l’estate. Ma la poca lungimiranza e l’assoluto disinteresse per il bene comune vi ha annebbiato la vista. Poveri voi, la nostra Daniela, consigliere battagliero e mai domo, in quattro e quattr’otto vi ha preso a schiaffoni. In un attimo la giornata al mare è stata organizzata! Domenica si è partiti per Cogoleto, in massima sicurezza, con posti andati a ruba nel giro di un attimo. Le donne e gli uomini della Lega hanno ancora una volta dimostrato la loro attenzione per il quotidiano, per quelle situazioni che possono migliorare la qualità della vita dei cittadini che solo chi partecipa e vive la città riesce a cogliere. Tra la gente e per la gente! Così continueremo a dedicare il nostro tempo. I cittadini stanno comprendendo l’entità del clamoroso errore commesso lo scorso settembre. Avanti così caro sindaco, rendici la vita semplice, continua a lavorare solo per restituire favori a chi ti sostenuto in campagna elettorale, al bene dei legnanesi pensiamo noi! Lega Legnano – Salvini Premier

    • comunicato ufficiale

      Avremmo potuto volgere lo sguardo altrove facendo finta di nulla, ma l’ipocrisia non ci appartiene. Quindi, coscienti che sarebbe stato più saggio tacere, ci addentriamo nell’analisi di quanto accaduto. Il dottor Colombo, torna alla ribalta, questa volta sposando la causa di Fratelli d’Italia. Gli onori della cronaca sono riservati ai trasformisti. In questo caso siamo di fronte a chi convintamente esce da un partito perché “la vera politica locale” ha bisogno di civici slegati dalle logiche dei movimenti strutturati. Tanto per ridere, riproponiamo alcune perle, selezionate tra le numerose dichiarazioni del nostro “ballerino”: Infastidito dal chiacchierio attorno ad un potenziale apparentamento politico, il dott. Colombo ha subito chiarito la sua posizione: «La nostra identità civica non sarà mai intaccata da accordi con i partiti. Noi non vogliamo fare un… gruppo misto. A chi ci chiederà di unirsi a loro daremo un bel 2 di picche!» All’indomani dell’elezione a presidente della commissione salute si dichiara soddisfatto per la sua carica, soprattutto perché «figlia del civismo più genuino e non di quelle logiche di partito che in un passato nemmeno così remoto mi hanno allontanato da altri incarichi». Per fine rivolgiamo un pensiero a chi nella lista civica ha creduto adoperandosi in campagna elettorale ma anche a tutti gli elettori che speranzosi l’hanno votato. A loro dedichiamo quest’ultima dichiarazione: «…più importante sarà continuare il lavoro svolto nel periodo della campagna elettorale. Il gruppo è cresciuto sempre più in motivazioni e convinzioni. Oggi, sono queste persone i veri ideologici della lista. Per me, sostenitori incredibili per passione e spessore politico». L’essere spregiudicati nelle giravolte non ci stupisce più di tanto, sempre più spesso registriamo cambi di rotta, da cui traspare unicamente opportunismo e il tentativo di costruirsi una nuova verginità. Il cambio di casacca, l’ennesimo per la verità, non sarà di certo il colpo di spugna che cancella ogni misfatto. Nella nostra memoria resta indelebile il ricordo di tutto quanto accaduto. Il tempo come sempre sarà galantuomo, la nostra trasparenza resta sovrana ed i nodi verranno al pettine. In questa afosa estate auguriamo serenità a tutti ed un buon lavoro a chi fa del ripensamento una virtù. Lega Legnano Salvini Premier

    • E’ con le lacrime agli occhi che apprendiamo la notizia, tanto straziante quanto inaspettata. All’improvviso ci lascia un amico. Insieme abbiamo condiviso ogni battaglia, sempre in nome del buon senso e dei principi che contraddistinguono il nostro movimento. Ci stringiamo in un sincero abbraccio alla famiglia e agli amici della sezione di Nerviano. Un grande perdita che ci spezza il cuore. Il nostro grazie per cioè che hai rappresentato per tutti quelli che vivo con passione l’avventura leghista. Ciao Luca Lega Legnano Salvini Premier

    • comunicato ufficiale

      Finalmente torniamo in piazza, tra la gente. E’ arrivato il momento di riprendere l’attività tanto cara al nostro movimento: il confronto con i cittadini, lo scambio di opinioni sono da sempre elementi indispensabile per chi vuol fare buona politica. Gli argomenti non mancano, l’amministrazioni di Legnano ci sta dando parecchi spunti di riflessione. Tra questi ci pare doveroso citare la sicurezza delle nostre strade, tema lontano dalle priorità della giunta Radice. Tafferugli, risse, schiamazzi, serrande abbassate per paura di ragazzotti ubriachi che tengo in scacco le vie del centro, per non dimenticare le bottigliate in testa e l’imperversare di spacciatori che spadroneggiano per la città. L’appuntamento sarà anche una ottima occasione per chi vorrà avvicinarsi al nostro movimento, con la sottoscrizione del tesseramento 2021 per sostenitori e simpatizzanti. Vi aspettiamo sabato 22 maggio dalle 9:00 alle 13:00 presso il mercato cittadino. Lega Legnano – Salvini Premier

    • comunicato ufficiale

      Finalmente! Finalmente una nostra proposta non è stata bocciata. Finalmente la Giunta che governa la città ha compreso che l’agire a favore dei legnanesi si può concretizzare accogliendo le proposte di chi, seppur sconfitto alle elezioni, continua ad operare nell’interesse comune. Avere accolto la nostra proposta di aprire spazi all’interno di Palazzo Malinverni, tra cui la splendida Sala degli Stemmi, per poter dar modo di discutere la tesi di laurea agli studenti legnanesi, è una scelta di buon senso che avvicina i cittadini alla pubblica amministrazione. Si tratta di un piccolo segnale che ci rende orgogliosi e ci fa ben sperare, crediamo di poter contribuire in modo determinante alla ripartenza della città. Tutte le energie sono utili ed ogni proposta devo trovare spazio, almeno per essere analizzata e discussa. Lega Legnano Salvini Premier

    • Mafia e Istituzioni, i rapporti e le loro evoluzioni: giovedì 1° aprile, la Lega Giovani Ticino ha organizzato una videoconferenza per confrontarsi sul tema della mafia e i suoi rapporti con il legislatore. “I giovani della Lega non dimenticano le vittime di mafia e le loro famiglie.” Così la Lega Giovani Ticino ha aperto l’incontro su come è stata istituita la “Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime delle mafie” che ricorre il 21 Marzo.  “La lotta alla mafia presume l’uso di strumenti illeciti, le Istituzioni compiono un’azione di contrasto alla criminalità organizzata”. Così – citando Giovanni Falcone – ha esordito nel suo intervento la Dott.ssa Stefania Gagni, avvocato del foro di Busto Arsizio. A seguire Manuel Imberti, consigliere comunale di Buccinasco, è intervenuto raccontando la sua esperienza di contrasto alla criminalità organizzata condita di episodi, a volte spiacevoli, vissuti in prima persona.  A moderare il dibattito, partecipato e ricco di domande, Alfonso Pascarella, neo-coordinatore della lega Giovani di Legnano. “Come Lega Giovani abbiamo il dovere di essere ambasciatori nella lotta alla criminalità organizzata – commenta Pascarella. Grazie ai contributi dell’avvocato Gangi e di Manuel Imberti siamo riusciti ad ottenere un quadro piuttosto generale sull’evoluzione del rapporto tra istituzioni e mafia ed in particolare a riconoscerne la rilevanza in molti contesti spesso più vicini di quanto ci si possa immaginare”. “Ciò che più mi ha fatto piacere è la partecipazione attiva, non solo di molti giovani ma anche di alcuni militanti storici che sono stati attenti ascoltatori del nostro evento. Nelle prossime settimane, finché non sarà possibile tornare a riunirsi nelle nostre sezioni, – conclude Christian Colombo responsabile cittadino e neo-coordinatore della Lega Giovani Ticino – continueremo con altri appuntamenti online per continuare ad accrescere la nostra conoscenza e competenza sulla politica così come su tutti i temi che intorno ad essa ruotano.” Nicolò Satutto  Responsabile Comunicazione alla Stampa Lega Giovani Ticino

    • comunicato ufficiale

      Il consenso che ci viene dimostrato in continuo dai cittadini è così importante da non consentirci di mollare ma vi garantiamo che oggi lo sconforto è notevole. Tutto il nostro lavoro, per tentare di contribuire, nonostante la situazione, allo sviluppo della città di Legnano, è stato gettato alle ortiche. Durante l’ultimo Consiglio Comunale abbiamo assistito ad un atteggiamento di assoluto e preconcetto ostracismo nei confronti delle nostre proposte. Il momento era solenne, l’approvazione del Bilancio di previsione, ma le nostre proposte sono state bocciate… tutte! Ci siamo attivati per raccogliere dal territorio tutti i suggerimenti utili ad essere propositivi. Nell’interesse della città, per porre le basi di un’attività di sviluppo significativa, la Lista Toia ha proposto di rendere prioritario l’acquisto della Manifattura, fra l’altro cavallo di battaglia del candidato della sinistra nostrana durante tutta la campagna elettorale e sbandierato con lo slogan “manifutura”. Anche questa proposta è stata sonoramente bocciata con la passerella pietosa dei consiglieri di maggioranza che hanno avuto la sfacciataggine di negare di aver sostenuto tale progetto. Oggi la pandemia ci impone di evitare di girare per la città, ma appena sarà possibile, sarà necessario andare al mercato per spiegare agli ambulanti che, se qualcuno gli aveva promesso di render loro disponibili spazi presso la Manifattura per il nuovo mercato al coperto, beh… avevano capito male! Ma questo non è il primo drastico cambio di rotta. Il più eclatante rimane quello del voto favorevole al piano di salvataggio dell’inceneritore di Borsano dopo aver narrato in ogni dove di “un morto che cammina”. Pasqua è il periodo della resurrezione, il Sindaco è rimasto alla folgorazione sulla via per Damasco. Abbiamo proposto, dopo aver lavorato gli scorsi anni per garantire un adeguato ricovero dei mezzi, di innalzare il tetto della convenzione del Comune di Legnano verso la protezione civile, aumentandone gli emolumenti in maniera ragionevole e commisurata all’impegno sostenuto durante la pandemia. Proposta bocciata senza reali motivazioni, unicamente politici. Abbiamo proposto la salvagardia dei beni alienabili, di spostare i soldi attualmente stanziati per il recupero dei Solarium (200.000€), per cui non c’è ad oggi alcun tipo di progetto o di idea, per dare priorità alla sistemazione di alloggi ERP e di diversi impianti sportivi (grandi dimenticati dall’attuale amministrazione). Proposta bocciata! Abbiamo infine proposto di stanziare fondi nell’acquisto di fototrappole ed altri strumenti utili per contrastate l’abbandono selvaggio ed incontrollato di rifiuti. Proposta bocciata! Noi continueremo a vigilare, a formalizzare proposte e a raccogliere segnalazioni. Non arretreremo di un solo centimetro anche se non vi nascondiamo che questa totale reticenza verso la collaborazione, perpetrata da Sindaco e maggioranza non ci consente di essere fiduciosi per il futuro. In pochi mesi si è svelato il vero progetto di questa amministrazione. Far seguire ad annunci roboanti azioni diametralmente opposte. E nel mentre riuscire a ricompensare tutti quelli che hanno contribuito a questo successo. Ricordiamo nell’ordine che si è partiti con il goffo tentativo di arrivare alla nomina del dirigente ai lavori pubblici attraverso una procedura scorretta. Non dimentichiamo che il prescelto era un professionista che è stato indagato per aver favorito la pratica edilizia di una senatrice del PD ed ha dovuto dimettersi dal comune dove ricopriva un ruolo dirigenziale. Subito dopo si è cercato di assumere ben due addetti alla comunicazione garantendo loro una succulenta retribuzione. A seguire ricordiamo l’erogazione di contributi a pioggia favorendo le associazioni amiche che hanno ben lavorato in campagna elettorale. Per finire con la scelta fatta rispetto al futuro di ACCAM, assolutamente in antitesi con la posizione reclamizzata dall’allora candidato sindaco. Parte di questi tentativi, volti a gestire la cosa pubblica come cosa propria, sono andati falliti grazie alla nostra determinazione nel vigilare e nel far rispettare le regole. Nonostante si stia cercando di metterci in un angolo, forzando la mano per ridurre al minimo la nostra visibilità, vi garantiamo che continueremo a operare come sempre abbiamo fatto, convinti che la città meriti di fare passi in avanti, nonostante la pandemia e nonostante amministratori supponenti ed inadeguati in grado di ignorare le proposte di chi rappresenta ad oggi il 46% degli elettori legnanesi (senza prestare minimamente attenzione al patto di collaborazione da loro stessi proposto in campagna elettorale). Nella speranza di tornare presto a frequentare le piazze auguriamo a tutti i cittadini legnanesi una serena Pasqua. Lega Legnano Salvini Premier

error: Il contenuto è protetto !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi